Med Free Orkestra

Roma è una città in fermento continuo e in quest’agitazione sorge la Med Free Orkestra. Al crocevia di fughe, incontri, diaspore ed esperienze, nel popolare quartiere di Testaccio, si è creata una formazione che è ben più che una semplice orchestra. E’ quasi una famiglia i cui componenti sono legati insieme dalla musica. L’orchestra, fondata da Carlo Pietrosanto e Francesco Fiore, è composta da 14 musicisti provenienti da diversi Paesi del Mondo (Senegal, Grecia, Argentina, Ucraina, Iran…). Noi l’abbiamo incontrata durante le celebrazioni per il loro primo compleanno ed è stato un vero spasso. Riflettiamo. Siamo, ancora una volta, al cospetto di un flusso migratorio che è costante e inarrestabile ed è il vero seme del mondo. In Natura, il macroscopico è imitazione del microscopico. Il sociale è specimen del naturale e i migranti che solcano il mediterraneo, ancora una volta centro del mondo, sono eterni discendenti di quelli che hanno da sempre viaggiato alla ricerca di condizioni migliori di vita. E’ l’umana condizione, è l’evoluzione. E’, semplicemente, l’uomo. E’ da quest’ansia, esigenza, di miglioramento, che scaturisce il vero progresso, e non dalla chiusura. La chiusura ha portato (e porterà) sempre e solo involuzione e annullamento. In una parola, estinzione. Siamo tutti migranti, di passaggio. Non è importante quello che prendiamo ma ciò che ci lasciamo dietro. La Med Free Orkestra è esattamente espressione di questo, in musica. Ed è noto che il cammino e l’evoluzione del pensiero musicale corrono di pari passo con il cammino dell’uomo nella Storia.

Rock’n’roll…
FVB.

31 marzo 2011

da Sgrang